Shopping a Lisbona: cosa comprare e dove

Guida agli acquisti a Lisbona: souvenir, prodotti tipici, zone migliori per lo shopping e negozi consigliati, dal mercatino dell'usato alla boutique.

Con tante cose da fare e da vedere a Lisbona state attenti a non rimanere senza tempo per lo shopping: sarebbe un vero peccato, perché nella capitale portoghese è possibile acquistare prodotti sfiziosi che non si trovano altrove oppure prodotti di brand internazionali a prezzi più accessibili che in Italia.

Che voi siate fashion victims a caccia di trend o anime romantiche in cerca di una bella memoria da conservare, i negozi, i centri commerciali, i mercatini di Lisbona vi entusiasmeranno. Ci sono proposte per tutti gusti e tutte le tasche, dallo storico negozietto di famiglia alle esclusive boutique degli stilisti più famosi.

La nostra mini-guida allo shopping a Lisbona non vi farà perdere tempo: andate dritti alle zone migliori dove comprare souvenir, prodotti tipici, oggetti di artigianato e design, capi di abbigliamento, cd e dischi. Nuovo o usato, ecco tutto quello che potete comprare a Lisbona e dove comprarlo.

Cosa comprare a Lisbona

Fare shopping a Lisbona accontenta i gusti di tutti perché nella capitale portoghese si possono acquistare sia i prodotti della tradizione sia le moderne creazioni di giovani designer. Ecco qualche idea per i vostri acquisti.

Cibi e bevande

Il dolce tipico di Lisbona è il pastel da nata, una deliziosa tortina ripiena di crema all’uovo con una spruzzata di cannella. Le più buone sono quelle acquistate nelle pasticcerie storiche, le più economiche sono quelle del supermercato e le più pratiche per chi viaggia in aereo sono quelle prese ai negozi dell’aeroporto.

Vanno consumate presto per conservare le caratteristiche di freschezza e bontà, ma questo non è mai stato un problema per nessun turista: una tale golosità è impossibile che rimanga a lungo chiusa in una credenza.

Se al dolce preferite il salato potete portarvi a casa un altro cibo tipico da acquistare a Lisbona: i portoghesi sono ghiotti di pesce in scatola, tanto che questo viene oggi venduto ai turisti come una prelibatezza locale.

In effetti è molto più buono di quello dei marchi internazionali che troviamo nei supermercati italiani… sarà la tradizione o la maggiore cura nella preparazione, fatto che portarsi a casa una scatoletta di pesce da Lisbona è un must. Non solo tonno e sardine: la tradizione del pesce in scatola portoghese comprende anche baccalà, anguilla, scombro, seppie e altri tipi di pesce e mousse di pesce.

Il più bel negozio dove acquistare pesce in scatola a Lisbona è la Conserveira de Lisboa, uno storico business a conduzione famigliare che si trova a soli 5 minuti a piedi dalla Praça do Comercio. I suoi marchi Minor, Tricana e Prata do Mar sono diventati un cult e vengono ancora oggi venduti in coloratissime scatolette con una grafica in stile vintage anni Trenta.

Dal cibo alle bevande: se amate il vino approfittate della vostra vacanza a Lisbona per portarvi a casa una o più bottiglie scegliendo tra un corposo porto invecchiato o un fresco vinho verde. I liquori tipici  sono invece la Ginjinha, liquore all’amarena diffuso in tutto il Portogallo, e l’Eduardo, un liquore di anice e erbe bevuto principalmente nella zona di Lisbona.

Cibi e bevande nel bagaglio a mano

Ricordiamo che chi viaggia solo con il bagaglio a mano deve rispettare le restrizioni per i liquidi previste dalla norme di sicurezza internazionali. Se non imbarcate la valigia dovrete accontentarvi di acquistare le mini bottiglie da 100 ml.

Anche alcuni cibi non sono ammessi, ad esempio alcuni formaggi molli. Informatevi prima di arrivare in aeroporto.

Azulejos e ceramiche

Il regalo più bello che potete farvi a Lisbona è portarvi a casa un pezzo di tradizione portoghese, ovvero splendide piastrelle decorate o ceramiche.

Le magnifiche azulejos bianche decorate con elaborati disegni o raffinati motivi geometrici, rigorosamente in blu, sono diventate un simbolo del Portogallo. Le ceramiche portoghesi sono forse meno note internazionalmente, ma vantano una tradizione lunga quanto le piastrelle.

Sono certamente un regalo impegnativo da portare a casa, vuoi per il peso, la fragilità e il costo, ma è qualcosa di speciale che merita tutto lo sforzo.

Dove comprare azulejos originali

Il sempre crescente interesse dei turisti per le meravigliose piastrelle portoghesi ha portato al diffondersi dei furti di mattonelle da case e monumenti per poi rivenderle ai mercatini. Per non alimentare questa pratica disonesta è importante acquistare azulejos e ceramiche in negozi e workshop di artigiani seri, in grado di offrire garanzie sulla provenienza dei prodotti in vendita.

Alcuni negozi dove potete fidarvi a fare acquisti sono Fabrica Sant’Ana, Ceramica Viuva Lamego e Bordallo Pinehiro. Se al design classico preferite qualcosa dal gusto più moderno vi segnaliamo il workshop dell’artista Add Fuel e la marca Surrealejos.

Potete acquistare azulejos anche nel negozio souvenir del Museo Nazionale dell’Azulejo.

Artigianato e design

Un’altra tradizione tipicamente portoghese è la lavorazione del sughero, un’attività che ancora oggi rappresenta una voce importante dell’economia nazionale.

In vendita a Lisbona potrete trovare ogni sorta di oggetti d’artigianato realizzati con il sughero, tra cui sandali e scarpe, borse, portafogli, ombrelli, agende, barattoli: sono creazioni originali, che combinano gusto moderno e fascino retrò. Potrete sbizzarrirvi nei negozi specializzati che vendono solo oggetti in sughero!

Il design portoghese ha avuto un forte sviluppo in anni recenti, pertanto oggi è possibile acquistare a Lisbona originali elementi d’arredo per la casa, gioielli trendy e bellissimi capi di abbigliamento in cotone biologico. Sopravvivono per fortuna anche le lavorazioni tradizionali, come ricami e pizzi.

Musica

Dopo aver assistito ad un concerto di fado in una taverna tradizionale, pochi turisti resistono alla tentazione di portare a casa un cd o un vinile per poter riascoltare questa musica struggente anche una volta tornati a casa.

Un negozio storico dove acquistare cd e dischi di fado a Lisbona è la Discoteca Amalia, ma date un’occhiate anche al bizzarro Lisboa Cidade do Fado, un negozio ospitato all’interno di un camion d’epoca solitamente parcheggiato in Rua do Carmo.

Lisbona è una meta appassionante anche per gli amanti di altri generi musicali, grazie ad una quantità incredibile di negozi di vinili nuovi e usati, dalla techno alla classica con tutto quel che ci può stare in mezzo.

Souvenir tipici di Lisbona

Stanchi delle solite calamite, t-shirt, poster, bamboline? Volete acquistare un souvenir che non è possibile comprare in nessun’altra città? I due souvenir tipici di Lisbona più venduti sono il modellino del tram 28 e la statuina del Gallo di Barcelos.

Un tram di Lisbona in miniatura farà felicissimi i bimbi, che potranno aggiungerlo alla loro collezione di macchinine, e gli adulti dall’animo romantico e nostalgico. Potrete scegliere tra riproduzioni di varie misure e pure vari colori, ma ricordate che quello storico è il giallo.

Se avete amato esplorare Lisbona su e giù per strette vie a bordo di questo storico mezzo di trasporto regalatene uno anche a voi, da mettere su una mensola in casa per ricordare i momenti più belli della vostra vacanza.

Il Gallo de Barcelos è invece un souvenir a metà tra il kitsch e il tradizionale: si tratta di una statuina di legno, oggi disponibile anche in versioni in plastica più economica, che riproduce un coloratissimo gallo portafortuna decorato con cuoricini e fiori.

Secondo una leggenda, un gallo salvò la vita a un mercante ingiustamente accusato di omicidio e da allora in ogni casa portoghese si tiene una statua di un gallo come segno di buona sorte.

Il tipico gallo de Barcelos è nero con la cresta rosso vivo, dipinto a mano, ma nei negozi e nelle bancarelle di souvenir di Lisbona potrete trovarne di tutti i colori, dimensioni e prezzi.

Un altro oggetto grazioso che troverete nelle bancarelle di souvenir di Lisbona sono le riproduzioni del fazzoletto degli innamorati (lenço dos namorados). È una tradizione del Portogallo del nord, dove in passato le ragazze ricamavano un fazzoletto con romantiche decorazioni come cuoricini, uccellini, fiori per poi donarlo all’uomo amato.

Dove comprare: le vie dello shopping a Lisbona

La zona dello shopping a Lisbona è il quartiere della Baixa, che si estende da Praça de Rossio a Praça do Comercio. In questo reticolato sono racchiuse eleganti vie pedonali ricchissime non solo di bar, pasticcerie e ristoranti ma anche negozi.

Il Barrio Alto, in particolare Rua do Norte e Rua da Rosa, è la zona migliore per acquistare abiti vintage, oggetti di design e creazioni di giovani stilisti portoghesi, mentre Avenida da Libertade è la via dello shopping di lusso dove si concentrano le boutique degli stilisti internazionali.

Se preferite fare acquisti nei centri commerciali anziché nei negozi segnatevi questi nomi: Colombo, Vasco de Gama, Galerias Monumental, Atrium Saldanha, Complexo dos Amoreiras. Si possono facilmente raggiungere con i mezzi pubblici.

Imperdibile è poi una visita al Corte Inglés, una catena di grandi magazzini spagnola molto amata anche in Portogallo.

Feira da ladra

Amanti dell’usato e del vintage, appassionati di mercatini o semplici curiosi? Non perdetevi la Feira da Ladra, il mercatino delle pulci più famoso di Lisbona nonché una delle più simpatiche attrazioni all’aperto della capitale portoghese.

Ogni martedì e ogni domenica dalla mattina presto fino al primo pomeriggio questo vivace mercatino dell’usato rallegra la piazzetta ovale di Campo Santa Chiara, alle spalle del magnifico monastero de São Vicente de Fora.

È una storica tradizione che risale addirittura al XII secolo; oggi in vendita è possibile trovare di tutto: vinili e CD, libri, abiti, monete, mobili, divise militari, poster e cartoline d’epoca, oggetti fatti a mano e altro ancora. Alcuni venditori hanno la mercanzia in bella mostra su una bancarella, altri invece semplicemente stendono una coperta per terra e sopra mettono gli oggetti in vendita alla rinfusa.

Il nome Feira da Ladra può incutere timore, ma state tranquilli perché farete buoni affari: i venditori sono tutti autorizzati e tra tante chincaglierie si nascondono anche inaspettati tesori. Se vi state chiedendo il perché del nome, sappiate che “Ladra” in portoghese non è solo l’equivalente del sostantivo italiano, ma è anche un termine per indicare una pulce o un insetto nascosto tra le cose vecchie.

Detto questo, dobbiamo avvisarvi che i ladri purtroppo ci sono, ma non sono né commercianti né insetti, si tratta invece di borseggiatori: tenete d’occhio borsa e portafoglio perché i furti non sono eventi rari.

Come risparmiare su trasporti e biglietti d'ingresso

Pensate appositamente per chi vuole visitare Lisbona, le City Card permettono di risparmiare sui mezzi pubblici e sugli ingressi delle principali attrazioni turistiche.

Ti è stato utile questo articolo?

Il tuo parere per noi è importante, facci sapere che ne pensi usando le stelle

Valutazione media 4.7 su 14 voti
Condividi